RILEVAZIONE GAS FISSI

Con l’acquisizione di Detcon, Oldham, Simtronics e GMI,
Teledyne è diventato uno dei più grandi costruttori di prodotti per
la rilevazione di gas e fiamma. Questi marchi globali riuniscono
oltre 100 anni di esperienza nel settore attraverso una vasta
gamma di soluzioni innovative per la rilevazione.

Comhas in qualità di Partner Teledyne, distribuisce, configura, fornisce assistenza in campo ed effettua start-up sull’intera gamma di sensori gas Teledyne. I tecnici Comhas sono dotati delle necessarie attrezzature, dei corsi e autorizzazioni per poter intervenire in campo.


• fino a due OLC10 per canale
• fino a cinque OLC10 per canale
• uscita a ponte di Wheatstone o 4-20 mA (OLCT 10)

L’OLC 10 e l’OLCT 10 sono progettati per la rivelazione di gas combustibili o tossici per applicazioni terziarie (impianti caldaie, sale di carica batterie, parcheggi auto, ospedali).

È possibile collegare due OLC da 10 s a un canale di rivelazione per monitorare la stessa area, senza scatole di giunzione o cablaggio aggiuntivi. Allo stesso modo, è possibile collegare un massimo di cinque OLCT da 10 s a un canale per la rivelazione di CO, NO o NO2 in parcheggi auto.


L’OLCT 10N è un rivelatore digitale compatibile con i controller MX 32 e MX 43. È possibile collegare un massimo di otto OLCT 10N a un MX 32 e di trentadue OLCT 10N a un MX 43.

Taratura semiautomatica con gas standard eseguibile da una persona senza aprire o regolare l’involucro.


• trasmettitore con-uscita 4-20 mA e-display retroilluminato opzionale
• aimentatore a 2 fil opzionale (versione electtrochimica)

Il CTX 300 è progettato per la rivelazione di gas tossici o ossigeno in aree non a rischio di esplosione nei settori industriale e terziario. Il CTX 300 è dotato di sensori pretarati in fabbrica, per facilitare la manutenzione e in particolare la sostituzione dei sensori.


• taratura eseguibile da una persona, non intrusiva
• sensori pretarti
L’OLCT 60 è dotato di display locale e permette l’accesso non intrusivo ai menu di manutenzione.
Le unità sensore sono in acciaio inox 316L per una maggiore resistenza ad agenti corrosivi e possono essere installate in remoto a una distanza massima di 15 metri dal display per la rivelazione in aree poco accessibili e consentono inoltre letture dirette.

L’OLCT 60 è un rivelatore estremamente versatile. Progettato per l’industria, è adatto alla maggioranza delle applicazioni.


Frequenza 2,4 GHz (UE) / 900 MHz (USA)

Requisiti di bassa potenza
Fino a 3 km di raggio d’azione
Topologia della rete mesh robusta
Fino a 49 dispositivi per rete
Opzioni di ingresso / uscita flessibili (analogico, on / off, Modbus RS485)


• certificazione SIL2 (LEL, O2, CO, H2S, NH3)
• disponible versione in acciaio inox opzionale
• versione per alte temperature fino a 200°C

I rivelatori di gas OLCT 100 per applicazioni industriale sono economici, affidabili, durevoli e facili da usare. La gamma è disponibile nella versione a ponte di Wheatstone (OLC) o nella versione trasmettitore analogico con uscita 4-20 mA (OLCT). La serie 100 è disponibile nelle versioni a prova di esplosione e a sicurezza intrinseca. L’OLC 100 e l’OLCT 100 sono dotati di certificazione SIL2 in base alle norme IEC 61508 ed EN 50402 (a seconda dei gas rivelati).


• taratura eseguibile da una persona, non intrusiva
• uscita RS485 standard
• relè incorporati e protocollo di comunicazione HART opzionale

L’iTrans2 è un trasmettitore a uno o due sensori estremamente flessibile con bassi cost  di installazione. Grazie alle ottime prestazioni, è adatto a tutte le applicazioni industriali.

Le sue caratteristiche includono: sensori pretarati, sensori locali o remoti, taratura non intrusiva, versione opzionale in acciaio inox, relè incorporati, uscita RS485 per rete, display LED ad alta visibilità, ecc.


• non deve essere ritarato in sito

• garanzia di 5 anni
• certificazione SIL2 di TÜV-Rheinland
• protocollo HART standard

Il rivelatore GD10P è il top della gamma dei rivelatori a infrarossi.
Dotato di due sorgenti di infrarossi, con tecnologia multiraggio, il GDP10 è così affidabile da non richiedere manutenzione per tutta la sua durata utile.

Il tempo di risposta ultrarapido (T90 < 2 s), la costruzione in acciaio inox, l’ottica riscaldata, la garanzia di 5 anni per il rivelatore e di 15 anni per le sorgenti, la certificazione globale e il protocollo di comunicazione HART, rendono il GD10P uno dei rivelatori più usati nel settore oil & gas.


• taratura eseguibile da una persona, non intrusiva
• Sensori pretarati
• relè incorporati
• protocollo di comunicazione HART opzionale

I rivelatori di gas DG-7 sono di facile uso e manutenzione e utilizzano un’ampia gamma di sensori.
I sensori elettrochimici sono certificati a sicurezza intrinseca e possono essere sostituiti senza scollegare il rivelatore. Il DG-7, costruito in acciaio inox e dotato di un display luminoso che cambia colore in base allo stato (allarme, guasto, normale, preriscaldamento), è un rivelatore industriali adatto ad ambienti difficili.


• progettato specificamente per ambienti difficili e condizioni estreme

• a prova di acqua, corrosione e vibrazioni
• taratura eseguibile da una persona, non intrusiva

La serie 700 è stata progettata per condizioni ambientali estreme. L’involucro è in acciaio inox e l’elettronica è incapsulata in resina per proteggerla dall’ambiente esterno.

È inoltre dotata di sensori di rivelazione “intelligenti” pretarati in fabbrica, che sono riconosciuti dal rivelatore per una facile sostituzione sul campo.


• sensori intelligenti sostituibili a sistema avviato (hot-swappable)

• taratura eseguibile da una persona, non intrusiva
• certificazione SIL2 di TÜV-Rheinland

Il Meridian è un trasmettitore che può supportare uno, due o tre sensori per garantire la massima flessibilità. Grazie alle ottime prestazioni, è adatto a tutte le applicazioni industriali.

Le sue caratteristiche includono: sensori intelligenti pretarati, hot-swappable in zone ATEX, sensori locali o remoti, taratura non intrusiva, versione opzionale in acciaio inox, relè incorporati, uscita RS485 per rete, display grafico ad alta visibilità e certificazioni globali.


• fino a 256 rivelatori, 64 ingressi logici e 256 relè per sistema
• controllo automatico delle ventilazioni

L’unità di rivelazione di gas CPS (Car Park System) usa un fieldbus e può supportare fino a 256 rivelatori e altrettanti relè collegati in una rete su 8 linee diverse. Con una velocità superiore di 1000 volte rispetto a quella di un sistema a pompa, il CPS è più sicuro e garantisce una gestione ottimale della ventilazione, riducendo al tempo stesso il consumo energetico.

L’interfaccia di facile uso consiste di un ampio schermo LCD che visualizza le misure in tempo reale, 3 spie LED e icone di stato del sistema (funzionamento, funzionamento forzato, guasto, allarme, bassa velocità. alta velocità, ecc.).

Comhas
Facebook
LinkedIn
Instagram